Organi Collegiali

riunione

ORGANI COLLEGIALI

Che cosa sono

Gli organi collegiali sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche a livello territoriale e di singolo istituto. Sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate e si dividono in organi collegiali territoriali e organi collegiali scolastici.

Rappresentanza

Il processo educativo nella scuola si costruisce in primo luogo nella comunicazione tra docente e studente e si arricchisce in virtù dello scambio con l’intera comunità che attorno alla scuola vive e lavora. In questo senso la partecipazione al progetto scolastico da parte dei genitori è un contributo fondamentale. Gli Organi collegiali della scuola, che – se si esclude il Collegio dei Docenti – prevedono sempre la rappresentanza dei genitori, sono tra gli strumenti che possono garantire sia il libero confronto fra tutte le componenti scolastiche sia il raccordo tra scuola e territorio, in un contatto significativo con le dinamiche sociali. Tutti gli Organi collegiali della scuola si riuniscono in orari non coincidenti con quello delle lezioni.

 

CONSIGLIO D'ISTITUTO

 Il nostro Consiglio di Istituto è stato eletto nel mese di novembre anno 2015 ed è ha validità per il triennio 2015/2018 e precisamente fino al 2018 e comunque sino all’insediamento del nuovo Organo.

 Qualora un rappresentante dei genitori o del personale decadesse (es. trasferimento in altra sede o l’uscita del figlio dall’Istituto), verrà sostituito dalla persona che lo segue nella graduatoria degli eletti e che abbia ancora tutti i requisiti idonei.

 “… nelle scuole con popolazione scolastica superiore a 500 alunni è costituito da 19 componenti, di cui 8 rappresentanti del personale docente, 2 rappresentanti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, 8 rappresentanti dei genitori degli alunni, il dirigente scolastico; il consiglio d’Istituto è presieduto da uno dei membri, eletto tra i rappresentanti dei genitori degli alunni.”

 Si rammenta che, a norma dell’art.29 del citato D.P.R. n°461,“……i membri eletti e quelli designati, i quali non intervengono, senza giustificati motivi, a tre sedute consecutive dell’organo di cui fanno parte, decadono dalla carica”.

 

n.

Cognome e nome dei Consiglieri

Componente

1

Prof. ssa Salvia Maria

Dirigente Scolastico 

2

Sig. ra Carone Vera

Genitore

3

Sig. Capri Ugo  ra 

Genitore

4

Sig. ra Francolino Sonia

Genitore

5

Sig. Laria Saverio - Vice Presidente

Genitore

6

Sig. ra Massara Isabella Paola

Genitore

7

Sig.ra Paone Cristina

Genitore

8

Sig. Pontoriero Domenico

Genitore

9

Sig. Scalamandrè Antonello - Presidente

Genitore

10

Prof. ssa Borrgia Ersilia

Docente

11

Ins. Brosio Grazia

Docente

12

Ins. Ceraudo Teresina

Docente

13

Ins. Maurici Daniela

Docente

14

Ins. Nardone Lucia

Docente

15

Ins. Porcelli Elisabetta

Docente

16

Prof.ssa Rombolà Maria

Docente

17

Ins. Russo Caterina

Docente

18

Sig. Scaramozzino Ambrogio

ATA

19

Sig.ra. Tallarico  Nicoletta

ATA

 

 

 Coloro che nel corso del triennio perdono i requisiti per far parte del Consiglio saranno sostituiti dai primi non eletti nelle rispettive liste.

 

Principali compiti e funzioni

 

“Il consiglio … di istituto elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola; delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico.
Spetta al consiglio l’adozione del regolamento interno dell’istituto, l’acquisto, il rinnovo e la conservazione di tutti i beni necessari alla vita della scuola, la decisione in merito alla partecipazione del circolo o dell’istituto ad attività culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative assistenziali.

 

Fatte salve le competenze del collegio dei docenti e dei consigli di intersezione, di interclasse, e di classe, ha potere deliberante sull’organizzazione e la programmazione della vita e dell’attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, per quanto riguarda i compiti e le funzioni che l’autonomia scolastica attribuisce alle singole scuole. In particolare adotta il Piano dell’offerta formativa elaborato dal collegio dei docenti.

 

Inoltre il consiglio di circolo o di istituto indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione dei singoli docenti, e al coordinamento organizzativo dei consigli di intersezione, di interclasse o di classe; esprime parere sull’andamento generale, didattico ed amministrativo dell’istituto, stabilisce i criteri per l’espletamento dei servizi amministrativi ed esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici.”

 

GIUNTA ESECUTIVA

 

Composizione

 

La Giunta esecutiva è composta da un docente, un impiegato amministrativo o tecnico o ausiliario, due genitori

Di diritto ne fanno parte il Dirigente Scolastico, che la presiede, e il Direttore dei servizi generali e amministrativi che ha anche funzioni di segretario della Giunta stessa.

 

Cognome e nome

Componente

Maria Salvia

Dirigente Scolastico

Giovina Marasco

Direttore SGA

Borgia Ersilia

Rappresentante Docenti

Scaramozzino Ambrogio

Rappresentante ATA

Carone Vera

Rappresentante Genitori

Pontoriero Domenico

Rappresentante Genitori

 

Principali compiti e funzioni

 

In generale la Giunta Esecutiva svolge compiti preparatori (formazione dell’Ordine del Giorno, ecc.) per i lavori e le deliberazioni del Consiglio di Istituto; in particolare predispone il programma annuale e il conto consuntivo; esprime parere non vincolante al proprio presidente ogni qualvolta egli ne faccia richiesta; cura la preparazione degli atti di competenza da proporre all’approvazione del Consiglio di Istituto e l’esecuzione delle delibere del Consiglio stesso.

 

 

 

COLLEGIO DOCENTI

 

Compiti e Funzioni

 

Il Collegio Docenti è formato dal personale insegnante di ruolo e non di ruolo in servizio presso l’Istituto ed è presieduto dal Dirigente Scolastico.

 

Il collegio dei docenti:

 

ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell’istituto. In particolare cura la programmazione dell’azione educativa anche al fine di adeguare, nell’ambito degli ordinamenti della scuola stabiliti dallo Stato, i programmi di insegnamento alle specifiche esigenze ambientali e di favorire il coordinamento interdisciplinare. Esso esercita tale potere nel rispetto della libertà di insegnamento garantita a ciascun docente;

 

formula proposte al Dirigente Scolastico per la formazione, la composizione delle classi e l’assegnazione ad esse dei docenti, per la formulazione dell’orario delle lezioni e per lo svolgimento delle altre attività scolastiche, tenuto conto dei criteri generali indicati dal Consiglio d’Istituto.

 

 

 

amministrazione-trasparente

PON 14 20 mini

POR piccolo

rassegna-stampa

logo invalsi

Calendario eventi

Maggio 2019
L M M G V S D
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Ultimi eventi

Nessun evento

Portali scolastici

ministero istruzione

ufficio-scol-cal

scuola-chiaro

sidi

fse

pon in chiaro

indire

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti.

Per approfondimenti VISUALIZZA L'INFORMATIVA